martedì 12 giugno 2018

Il gusto dell'Olio

Quando si parla di Extravergine di Oliva si parla di un prodotto che racchiude in sé caratteristiche uniche, a partire (e non a caso!) dalla sue proprietà salutari fino al suo straordinario sapore che lo rende un'eccellenza della gastronomia italiana.
Ma salubrità e gusto dell'extravergine hanno punti in comune che è utile sottolineare.

L'Oleocantale


L'Oleocantale è un antiossidante contenuto principalmente nel frutto dell'olivo ed è particolarmente abbondante nella fase in cui il frutto è ancora in maturazione, per poi diminuire man mano che la maturazione giunge a compimento.
E' importante che le olive vengano raccolte al momento giusto, né troppo presto né troppo tardi.





L'Oleocantale fa parte della famiglia dei Polifenoli e oltre alle proprietà antiossodanti è stato dimostrato che abbia sul corpo umano un importante effetto antinfiammatorio. Inoltre aiuta a regolare il sistema immunitario e infine pare abbia un ruolo nell'ostacolare la formazione delle placche amiloidi, la cui comparsa e correlata con l'Alzheimer.

Oggi però vogliamo concentrarci su un aspetto peculiare dell'Oleocantale e cioè come la sua presenza nell'Extravergine di Oliva lo caratterizzi anche dal punto di vista gustativo.
L'Oleocantale, infatti, se presente in buona quantità, dona all'Extravergine di Oliva il suo caratteristico e naturale pizzicorino che si avverte in fondo alla gola. Il suo nome deriva dall'unione delle parole Oleo (olio in latino) e Acanth ("pungente" in greco).
Questa peculiarità è in tutto e per tutto una qualità positiva di un buon Extravergine: sinonimo delle presenza di sostanze utili al nostro benessere e ricercata da degustatori ed intenditori.

In conclusione
  • L'Oleocantale è il responsabile del "pizzicorino" che si avverte in gola quando si degusta un buon Extravergine di Oliva.
  • Tale peculiarità è un pregio gustativo: caratterizza un buon Olio Extravergine e testimonia la presenza di sostanze importantissime per la nostra salute

martedì 5 giugno 2018

La salute in etichetta

Nel nostro percorso dedicato al Benessere e alla Salute Alimentare, abbiamo visto quanti elementi importanti siano contenuti nell'Olio Extravergine di Oliva.
Ma come fare a distinguere un olio veramente nutraceutico da un olio di qualità inferiore. Le ETICHETTE riportano alcune informazioni utili a scegliere l'Olio adatto al nostro Benessere. Impariamo a conoscerle!

LE ETICHETTE
Per condividere uno strumento concreto, qui sotto abbiamo riportato l'etichetta del nostro Extravergine Delicatevole, con le informazioni di Legge che ne descrivono le caratteristiche e la qualità.





FACCIAMO UN PO' DI CHIAREZZA TRA GLI OLII
Innanzi tutto, qual è la differenza tra Olio Extravergine di Oliva e olii di categoria inferiore?

L'Olio Extravergine di Oliva, è un olio estratto dalle olive ed esclusivamente attraverso procedimenti meccanici, con un'acidità oleica complessiva che deve essere inferiore allo 0,8%. Tutti i nostri extravergine di Oliva si attestano molto al di sotto di questo valore, nell'esempio del Delicatevole l'acidità è attorno allo 0,1%. E' possibile verificarlo collegandosi alla pagina del nostro sito in cui sono riportate le analisi Analisi Annata 2017 Extravergine Delicatevole .

Gli Oli di categoria inferiore sono oli con acidità più alta dello 0,8% o sono ottenuti attraverso procedimenti chimici

L'etichetta ci dà anche un'altra informazione fondamentale: la provenienza delle olive. La dicitura 100% ITALIANO indicata sulle nostre bottiglie di Extravergine garantisce sia la provenienza nazionale delle olive, sia che la loro lavorazione viene effettuata in Italia (nel nostro frantoio). Quando nell'etichetta non è riportata chiaramente l'origine italiana ci troviamo sicuramente di fronte ad un olio di provenienza estera.

RICAPITOLIAMO:

  • Sapere interpretare le indicazioni riportate in etichetta, permette di poter scegliere consapevolmente il tipo di Olio che reputiamo più indicato per la nostra tavola.
  • Più un Olio è di elevata qualità, più apporterà alla nostra alimentazione nutrienti e elementi importanti per la nostra Salute.
  • Grazie alle indicazioni di Legge riportate sulle etichette siamo in grado di riconoscere se un Olio è effettivamente un Extravergine di Oliva, se è 100% ITALIANO e se spremuto direttamente dalle Olive. 

martedì 29 maggio 2018

Benefici dell'uso di Olio Extravergine di Oliva inTerza Età

Quando inizia la terza età?
Le definizioni non sono univoche e tendono a modificarsi con l'evolversi della società umana.
Questo perché da una parte mutano i criteri attraverso i quali la società definisce l'inizio di questa importante tappa di vita:
  • Aumento dell'aspettativa di vita della popolazione.
  • Miglioramento delle condizioni medie di salute.
  • Aumento dell'età pensionabile: per anni l'età in cui l'individuo iniziava a percepire la pensione era preso a riferimento come l'inizio della terza età.
Dall'altra perché l'individuo stesso percepisce il proprio stato di salute ed efficienza fisica soddisfacente anche oltre una certa soglia d'età. Oltre ai motivi elencati sopra si può prendere in considerazione anche il fatto che ad oggi mediamente più persone svolge o ha svolto mansioni fisicamente meno usuranti rispetto al passato.





Tutti questi aspetti come detto stanno contribuendo a modificare la soglia di accesso alla terza età di un individuo e questo è un dato positivo, perché significa che la popolazione è più sana, vive più a lungo e rimane anche in salute più a lungo.

Vediamo ora insieme quali concreti benefici può apportare l'uso regolare di Extravergine di Oliva nel mantenerci in buona salute in questa straordinaria stagione della vita.

Livelli di Colesterolo e Pressione Arteriosa:
Un uso regolare di Olio Extravergine di Oliva, insieme ad uno stile di vita sano, aiuta a contenere i livelli di colesterolo.


Secondo le indicazioni delle organizzazioni sanitarie il livello di colesterolo totale non dovrebbe superare il valore di 200. Inoltre viene sottolineato come sia importante che il colesterolo "buono" HDL risulti più abbondante rispetto a quello "cattivo" LDL.
In entrambi i casi è stato dimostrato come l'uso di Extravergine di Oliva possa apportare benefici rilevanti, diminuendo di circa il 30% i rischi di infarto o ictus, agendo anche come coadiuvante nel regolare la pressione arteriosa.

Ossa forti e in salute:
Benché ancora non sia chiaro quale sia il meccanismo sottostante, è stato dimostrato come vi sia una correlazione tra una dieta ricca di Extravergine di Oliva e un più basso rischio di sviluppare malattie che riguardano le ossa, come l'artrite reumatoide o l'osteoporosi.



Secondo alcune ricerche pare che l'uso di Extravergine di Oliva possa avere un ruolo nel miglioramento dell'assorbimento del calcio da parte delle ossa.

Diabete:
Il diabete è una condizione fisiologica che impedisce all'organismo di metabolizzare correttamente il glucosio.

Schema molecola di Glucosio
Vi possono essere diverse origini per questa patologia, dalla predisposizione genetica dell'inidviduo ad una dieta sbilanciata e scorretta, troppo ricca di zuccheri e grassi saturi.
Grazie ai continui studi sull'argomento si è inoltre scoperto che non è la quantità di grassi l'elemento discriminante, ma la tipologia. Tanto che alcuni tipi di grassi possono addirittura aiutarci nel prevenirlo. Una ricerca pubblicata su Diabets Care ha infatti messo in luce come una dieta ricca di Extravergine di Oliva, con la sua elevata concentrazione di grassi insaturi, possa far diminuire il rischio di contrarre il Diabete di Tipo2 di ben il 50%.

Sistema Cognitivo:
Il Sistema Cognitvo è costituito da quell'insieme di funzioni cerebrali (memoria, linguaggio, attenzione, capacità di programmazione, sistema visivo, ecc...) sottese da substrati neuronali ad esse dedicati.


In Francia è stato condotto uno studio su pazienti adulti ed anziani che ha dimostrato come l'uso regolare di Olio Extravergine di Oliva da parte di alcuni soggetti fosse correlato ad un loro miglioramento nella produzione verbale e nella funzione visiva.
Inoltre uno studio pubblicato su Chemical Neuroscience ha evidenzianto come l'Oleocantale, uno degli antiossidanti presenti nell'Olio Extravergine, abbia un ruolo nel ridurre la probabilità di sviluppare in tarda età malattie degenerative del Sistema Nervoso, come Alzheimer.

Schema molecola di Oleocantale


Ricapitoliamo:
Dunque, in sintesi, quali sono i benefici che possono essere portati da un uso quotidiano e regolare di Olio Extravergine di Oliva nella terza età?
  • Un aiuto nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e la pressione arteriosa.
  • Un valido alleato per la salute delle nostre ossa.
  • Ha un ruolo nel prevenire il Diabete di Tipo2.
  • Apporta benefici al Sistema Cognitivo.

martedì 22 maggio 2018

Benefici dell'Olio Extravergine di Oliva nell'Adulto

L'Età Adultà è quella che va indicativamente dalla fine dell'adolescenza all'inizio della terza età ed è il momento di vita in cui un individuo è al culmine dello sviluppo psicofisico.
Normalmente a questa età iniziano i primi controlli relativi ad alcuni ambiti della salute, per avere un quadro del proprio benessere che ci permetta di programmare il nostro stile di vita in vista di età più avanzate.
Indispensabile allora tenere presente quegli aspetti della salute dell'individuo sui quali possiamo intervenire concretamente per costruire uno stile di vita sano che ci aiuterà anche nelle età più avanzate.
In particolare prenderemo qui in esame tre di questi aspetti, per i quali un consumo regolare di Olio Extravergine di Oliva apporta un comprovato beneficio. 
  • Benefici per l'apparato Cardiocircolatorio
  • Antiossidanti per contrastare l'invecchiamento cellulare e per le loro proprietà antitumorali
  • Benefici per il Sistema digestivo

Apparato cardiocircolatorio:
La salute del cuore e delle arterie passa anche da uno stile di vita sano. Quindi praticare movimento regolarmente e seguire una dieta sana e variegata sono due regole fondamentali.



Per quel che riguarda l'attività fisica ci sono tantissime linee guida che ognuno può scegliere di intraprendere a seconda del tempo a disposizione e della propria attitudine. In generale comunque, 30 minuti al giorno di camminata veloce sono già una buona base per mantenere attivo il nostro cuore in maniera salutare.
Per quel che riguarda la dieta, le indicazioni delle organizzazioni che si occupano di salute sono di consumare frutta e verdura in quantità, una giusta dose di carboidrati e proteine (legumi, carni magre e pesce) ed è raccomandato in cucina l'uso di Olio Extravergine d'Oliva. Questi sono d'altronde i pilastri della “dieta mediterranea”.



L'importanza degli antiossidanti:
Gli antiossidanti presenti specialmente nei vegetali, sono i nostri alleati più importanti nel combattere l'invecchiamento cellulare e nella prevenzione dei tumori. Questi si ritrovano in quasi tutto il regno vegetale e l'Olio Extravergine di Oliva è tra gli alimenti più ricchi di queste sostanze. 
In esso sono presenti antiossidanti dall'azione benefica come la vitamina E e i Polifenoli (come l'oleuropeina, il tirosolo e l'idrossitirosolo).



Oltre all'effetto antiossidante:
  • La vitamina E rinforza il sistema immunitario ed ha un ruolo nel mantenere in buona salute le ossa
  • I Polifenoli hanno un effetto protettivo sul funzionamento dell'apparato cardiocircolatorio.

Sistema Digestivo:
Il sistema digestivo è quell'insieme di organi ed apparati attraverso i quali siamo in grado di assumere i nutrienti dal cibo che ingeriamo.

L’Olio Extravergine di Oliva ha per sua natura una serie di caratteristiche chimico-fisiche che lo rendono particolarmente indicato per l'uso in cucina. Rispetto ad altri oli alimentari sopporta più facilmente le alte temperature senza raggiungere il “punto di fumo” e quindi senza degradarsi. In questo senso è da preferire in tutti gli usi in cucina, anche per le fritture.




Inoltre, proprio per la sua composizione è altamente digeribile e migliora anche la digeribilità dei piatti che con esso sono cucinati, perché aiuta il fegato nella sua fondamentale attività e regolando la funzione gastrica diminuisce così il rischio di sviluppare ulcera duodenale.

Ricapitoliamo:
  • L'Olio extravergine di Oliva concorre alla buona salute del nostro apparato cardiocircolatorio
  • E' ricco di antiossidanti che prevengono l'invecchiamento cellulare e sono tra le sostanze dichiarate antitumorali
  • E' l'ideale per l'uso in cucina, anche per le sue proprietà protettive per l'apparato digerente.

mercoledì 16 maggio 2018

L'Olio Extravergine d'Oliva nell'alimentazione del bambino

L'Olio Extravergine d'Oliva è un prodotto presente fin dall'antichità nella dieta delle popolazioni che hanno abitato il bacino del mediterraneo. Nei secoli naturalmente le tecniche di estrazione dell'olio dai frutti dell'olivo si sono raffinate sempre di più, fino ad arrivare alle tecnologie più moderne che hanno permesso di migliorare il prodotto sia da un punto di vista gustativo che nutrizionale.





Proprio riguardo la nutrizione e in special modo la nutrizione dell'infanzia vogliamo condividere alcune considerazioni.

Sapevi che nell'Olio Extravergine di Oliva è ottimo per il nostro organismo già dall'alimentazione infantile?



Esso contiene grassi (omega 3 e omega 6) che sono importantissimi per l'apparato cardiocircolatorio e il loro apporto nutritivo rende l'Extravergine un alimento sano in ogni suo aspetto. Siamo sempre molto attenti a quello che scegliamo per i nostri figli e allora partiamo dai fondamentali: dall'Olio che utilizziamo per condire i piatti che prepariamo loro, anche per le prime pappe durante lo svezzamento.

L'Extravergine è ricco di vitamina E che protegge le ossa e rinforza le difese immunitarie ed è utile anche nella cura dell'acne e di eczemi. Il suo costituente principale è il Tocoferolo, un nome difficile per elemento tanto utile.


Un deficit di vitamina E può portare ad alcune sintomatologie. Tuttavia a meno di casi particolari in cui il deficit è dovuto ad un malfunzionamento nel suo assorbimento, non è necessario ricorrere ad integratori, basta assumere alimenti che la contengono.

Infine, l'Extravergine di Oliva è ricco di sostanze antiossidanti (polifenoli: tirosolo ed oleuropeina) che proteggono le cellule del corpo dallo stress ossidativo che le danneggia e aiutano nel metabolismo dei grassi.

Sappiamo bene che oggigiorno il nostro corpo è esposto a tante sostanze nocive ed inquinanti che aumentano l'effetto negativo del normale stress ossidativo. Consumare alimenti che contengono antiossidanti aiuta a prevenire gli effetti di questi inquinanti ed è bene iniziare a proteggersi sin da bambini!

Tiriamo le fila:

  • L'Olio Extravergine di Oliva è importante nell'alimentazione quotidiana già da bambini grazie ai nutrienti che apporta, tra cui acidi grassi come Omega 3 e Omega 6.
  • E' ricco di vitamina E che protegge le ossa, aiuta nel combattere alcune malattie della pelle e nel combattere stanchezza ed apatia.
  • E' un alimento che apporta antiossidanti che svolgono un'azione importante nel proteggere le cellule del corpo dallo stress ossidativo.

mercoledì 9 maggio 2018

Grassi saturi ed insaturi: facciamo chiarezza.

Sai che i grassi non sono tutti uguali? E che non sempre "grasso" è... una brutta parola?
Spesso si sente dire che bisogna evitare i grassi, ma questa informazione non è del tutto corretta.
Innanzitutto i grassi non vanno evitati, ma contenuti. Vale sempre, come per tutte le cose, il detto "non si deve mai esagerare". I grassi svolgono funzioni molto importanti nel nostro organismo e pertanto una certa percentuale di questi deve essere presente in una dieta equilibrata.
Tuttavia è vero che c'è grasso e... grasso.

Facciamo una distinzione concretamente utile e al contempo semplice, cioè quella tra Grassi Saturi e Grassi Insaturi.

Acidi Grassi Saturi:

I grassi saturi sono i componenti principali dei grassi animali, come per esempio i grassi del latte e derivati o i grassi della carne.

Perché viene da più parti raccomandata una certa cautela nel loro consumo? Perché la loro assunzione è associata all'accumulo del colesterolo cattivo nei vasi sanguigni. Questo tipo di colesterolo, in particolare il colesterolo LDL, è a sua volta legato con l'aumento del rischio di insorgenza di gravi malattie cardiovascolari.


Approfondiamo:
Quindi tutti i grassi animali sono grassi saturi? No!
Ci sono eccezioni importanti.
La principale è costituita dai grassi che provengono dal pesce e in special modo dal pesce azzurro e dal salmone: i cosiddetti Omega 3. Essi sono una classe di grassi insaturi e preziosi!



Acidi Grassi Insaturi:
I grassi insaturi sono quella classe di lipidi che sono generalmente associati agli alimenti del mondo vegetale. Per esempio i grassi presenti nella frutta secca, come noci, nocciole, ecc... appartengono a questa categoria. Così come il prezioso acido oleico contenuto nell'Olio Extravergine di Oliva.

Approfondiamo:
Quindi tutti i grassi di origine vegetale sono grassi insaturi? No!
Come per i grassi animali anche alcuni grassi vegetali fanno eccezione. Esistono infatti alcuni grassi vegetali che sono saturi.


Perché i grassi insaturi sono considerati grassi "buoni"?  Perché favoriscono la formazione del colesterolo HDL - il colesterolo buono - che non rappresenta invece una fonte di pericolo per l'organismo. 




Tiriamo le fila:

  • I grassi INSATURI sono importanti per la nostra salute.
  • Li possiamo trovare principalmente nell'Olio Extravergine di Oliva, in molti tipi di frutta secca e nel pesce.
  • Concorrono alla formazione del colesterolo BUONO e a contenere l'accumulo di quello CATTIVO.